Ricorderemo per molto tempo la Sfilata Maison Margiela Artesanal SS24 by John Galliano.
Facebook
Twitter
LinkedIn

Date

La Sfilata SS24 Maison Margiela "Artisanal" è stata la risurrezione definitiva di un designer-artista rimasto a lungo nell'ombra, grazie alla sua ribellione e alla pura audacia che gli ha permesso di sopravvivere e trionfare nella tempesta.

Alcuni la definiscono lo spettacolo più impattante degli ultimi 15 anni. Approfondiamo, svelando alcune curiosità che hanno contribuito a renderlo così straordinario.

Nella prima notte di luna piena dell’anno, lungo il maestoso ponte Alexandre III che costeggia la Senna, luogo storicamente famoso per le sue frequentazioni di malaffare, Maison Margiela Artesanal ha concluso la settimana dell’Haute Couture Parigina con una sfilata sensazionale, evocativa di Toulouse-Lautrec e Victor Hugo.

Il Ponte Alexandre III e il magazzino sottostante si sono trasformati in uno straordinario palcoscenico per l’opera di moda e arte di John Galliano. I modelli hanno percorso la parte superiore del ponte, per poi scendere nel sottoponte, dove erano posizionati tavoli per gli ospiti. La sfilata ha proseguito in un magazzino a volta sotto al ponte, allestito come un decadente cafè d’epoca, con sedie economiche, tavolini dismessi, pareti intaccate, manifesti di ricercati dalla polizia, luci cupe, lampade rotte e un tavolo da biliardo decadente.

Il defilé ha presentato una serie di archetipi francesi “notturni” e pittoreschi: ballerine del Moulin Rouge, giocatori d’azzardo, topi d’appartamento, cortigiane formose, bambole dai volti drammatici. Tutti si muovevano con trasporto sentimentale, come in un carillon, mentre gli specchi del bistrot riflettevano il live del cantante francese e sosia di Freddy Mercury, Lucky Love, con coriste e band. Subito dopo, l’azione ha preso vita e la pièce è cominciata.

Il make-up magistrale della make-up artist Pat McGrath e le acconciature di moda di Duffy hanno trasformato le modelle e i modelli Margiela in bambole in movimento, con volti lucidi e incredibilmente perfetti, avvolti in una coltre innaturale di porcellana. Il team di Pat ha utilizzato i prodotti del brand, ma la creazione dell’effetto glass skin plastico rimane un segreto, forse legato a una speciale cera per il make-up di scena.

Definire questa presentazione una semplice sfilata è riduttivo; è stata un‘opera d’arte performativa quasi allucinatoria. In mezzo a questa frenetica e drammatica follia, hanno emerso pezzi artigianali di livello straordinario: giacche imbottite a cocoon, rese decadenti da frammenti di fili di cotone e tulle, abiti con fregi e raso dorato degni di una cortigiana veneziana.

Una contessa decaduta, vestita con un abito di cartone ondulato, ha evocato il famoso defilè di laurea di Galliano del 1984, “Les Incroyables“, che a sua volta richiamava il Palais Royal durante la Rivoluzione Francese e i residenti dei sottoponti parigini, in particolare l’Alexandre III.

La compagnia di vecchie bambole logore, con collant degradé e imbottitura che fuoriusciva dai colli e dalle maniche, hanno raggiunto l’apice con l’ingresso in scena di Gwendoline Christie, in un dress in crinolina in lattice sopra a un corsetto stile Belle Epoque a righe azzurre.

Ai più attenti non è sfuggito l’omaggio all’amico Alexander McQueen e la sua prima collezione ‘Jack the ripper stalks his victims’ con gli abiti decorati con veri capelli umani, ritornati, sulla tuta in lattice a forma di vulva per Margiela.

Alexander McQueen “Jack the Ripper Stalks His Victims” fodera della giacca con capelli umani.

Come da tradizione iniziata da Martin Margiela, Galliano è rimasto dietro a una tenda dorata del backstage, nonostante gli applausi quasi assordanti degli ospiti che chiedevano il suo saluto. La Sfilata SS24 Maison Margiela “Artisanal” è stata la risurrezione definitiva di un designer-artista rimasto a lungo nell’ombra, grazie alla sua ribellione e alla pura audacia che gli ha permesso di sopravvivere e trionfare nella tempesta.

More
articles

Join
Pluriverse

Subscribe to our newsletter

© Pluriverse 2024
Registered office: Via Romaniello 21/B, Napoli (NA), Italy | N. REA: NA 823189
Privacy