5 collab di fine 2023 che stanno portando lo Streetwear a un livello successivo.
Facebook
Twitter
LinkedIn

Date

Alcuni designer stanno cercando di riportare lo streetwear verso il buon senso, trascurando momentaneamente le tendenze discutibili, come la towel skirt di Balenciaga (che non è in collaborazione con IKEA ma è come se lo fosse).

Il 2023 è stato un anno da record per le collab streetwear, ma queste in uscita per Natale hanno una marcia in più.

Con cadenza settimanale, abbiamo assistito a capsule create con celeb, atleti, designer e altri marchi, talvolta molto diversi tra loro per core business e prodotto.

I brand, nessun settore escluso, hanno scoperto i potenti vantaggi di marketing dei product drop e delle collaborazioni, utilizzandoli regolarmente per fare notizia, creare clamore e hype all’interno di un marcato ormai saturo. I Drop collab hanno cercato di stupire in tutti i modi e, dal nostro canto, ci siamo abituati all’inaspettato. Comprese le Clogs con i tacchi a spillo della collab Balenicaga x Crocs.

Tuttavia, c’è “ancora speranza”. Aldilà del prodotto ibrido e un po’ shoccante realizzato da alcune collaborazioni, le unioni tra brand degli ultimi tempi hanno rilevato un certo studio di settore, un lavoro ragionato tra le parti, partendo dal prodotto e dalla tipologia di marketing scelto.

Queste capsule hanno deviato temporaneamente dalla rotta già tracciata verso una deriva in cui lo streetwear si è lasciato trascinare da anni. Alcuni designer stanno cercando di riportare lo streetwear verso il buon senso, trascurando momentaneamente le tendenze discutibili, come le ciambelline per il latte di Justin Bieber oppure la towel skirt di Balenciaga (che non è in collaborazione con Ikea ma è come se lo fosse).

Abbiamo deciso di tornare seri e menzionare le migliori 5 collaborazioni streetwear di fine 2023. Per la scelta di queste capsule è stata considerata l’armonia con cui i due brand hanno dialogato, la propensione all’equilibrio del singolo linguaggio estetico, e la resa di un prodotto pensato, il cui impatto per la moda streetwewar è positivo, (non parliamo di gusto).

Dai uno sguardo alle 5 collaborazioni di fine anno 2023 che stanno elevando la moda streetwear e dicci cosa ne pensi.

  1. Porter & Yoshida e Valentino Garavani.

La moda è ben consapevole della scarsità di borse in nylon resistente che possono eguagliare la qualità Made in Japan di Porter-Yoshida & Co. Anche Pier Paolo Piccoli, direttore creativo di Valentino Garavani, ne è consapevole. Invece di intraprendere da solo la creazione di versioni in nylon delle sue silhouette più amate, ha collaborato con l’esperto giapponese delle borse outdoor per dar vita a una serie di creazioni che fondono stile, eleganza e praticità.

Svelata per la prima volta sulla passerella della sfilata maschile di Valentino SS2024, la rinnovata borsa Locò, un’icona della moda italiana, si è presentata in varie sfumature di colore, utilizzando il distintivo materiale di Porter. Ha sostituendo le classiche lunghe catene metalliche con morbide cinghie di nylon, tuttavia, la caratteristica minuteria metallica mantiene la sua posizione d’onore sulla patta della borsa, affiancata dalla firma di Porter.

Il motivo Toile Iconographe di Valentino Garavani, sorprendentemente, adorna una vasta gamma di prodotti Porter & Yoshida, tra cui cartelle, tote bag e pouches. Il risultato è una collezione che unisce il know-how italiano al design giapponese, creando accessori unici che rappresentano al meglio l’incontro tra due mondi distinti. Per questo entra, di gran diritto, in questa mini-classifica. Intanto, segnate sul vostro calendario la data di release: il 15 Dicembre.

  1. Palace e UGG.

I giovani creativi di Palace a Londra stanno ideando qualcosa di straordinario per questa stagione natalizia, annunciando con entusiasmo la loro imminente collaborazione con il celebre brand di calzature UGG, rinomato per i suoi boots comodi e cool. La sinergia tra UGG e Palace si è concretizzata già all’inizio dell’anno, dando vita a una reinterpretazione fresca del classico Short Boot.

Il secondo capitolo di questa collaborazione, insolita ma efficacie, vede protagonista la Tasman Slipper, caratterizzata da tomaie in pelle scamosciata nei toni del marrone e del verde. Uno stile patchwork unisce in modo sorprendente comfort e decorazioni audaci, con un tocco irresistibile di personaggi animati, simboli e scritte distintive tipiche dello stile rilassato di Palace. Gli emblemi, tra cui diavoletti, albe psichedeliche e anatre bombarole, permeano con coerenza tutte le collezioni stagionali di Palace.

I cerchi delle scarpe vantano un ricamo bicolore che rivela gli iconici interni di UGG, perfettamente integrati con suole dello stesso colore. Oltre alle calzature, la collezione include guanti coordinati e un tappetino di pelle di pecora bianca, con l’inconfondibile iniziale “P” di Palace. Un ensemble che non solo abbraccia la funzionalità e lo stile, ma si distingue come un’elegante dichiarazione di moda, rendendo questa collaborazione un ottimo esempio di unione tra estetiche diverse.

  1. Comme des Garçons e Freitag.

Comme des Gagçons  ha collaborato con il marchio svizzero di borse ecologiche FREITAG per creare una nuova collezione congiunta “Holidays with FREITAG”.

Fondato nel 1993 dai fratelli Markus Freitag e Daniel Freitag, Freitag sostiene da 30 anni il concetto di eco-compatibilità e riciclo. Tutti i suoi prodotti sono realizzati a mano con materiali riciclati come tela impermeabile, cinture di sicurezza dismesse e pneumatici d’auto, altamente resistenti e considerati uno dei classici capolavori del design svizzero. La direttrice creativa di Comme des Gagçons Rei Kawakubo riconosce da tempo i valori di Freitag e utilizza le borse del marchio da oltre 20 anni, da cui la collaborazione.

Le borse in co-branding sono tutte prodotte in Giappone e sono disponibili in cinque opzioni: zaini slouchy, borse messenger grandi e piccole, tote bag e shopping bag. Contemporaneamente, in alcuni negozi selezionati si terrà un flash mob diretto da Rei Kawakubo, in cui saranno preposte installazioni speciali che permetteranno ai visitatori di vivere la storia unica di Freitag.

Collaborazioni studiate e future-icons ne abbiamo?

  1. Joe Freshgood e New Balance

Dopo essersi unito a New Balance per un modello 650 “Stuntman” in edizione limitata a settembre, Joe Freshgoods si è riunito al marchio di Boston per la sua prossima collezione di 990v4. Questa volta, il designer di Chicago ha ridisegnato la silhouette in tre nuove varianti di colore, ispirate al dramma poliziesco americano del 1998 di Hype Williams, Belly.

Discostandosi dalle solite tonalità vivaci dello stilista, questi modelli mescolano diverse texture tra mesh, pelle scamosciata e pelle premium. Sul tallone laterale compare il logo “JFG”, al posto della tipica iconografia 990, mentre sul retro della silhouette compaiono le scritte “1998” e “Made in the U.S.A.”.

Non è stata annunciata una data di uscita ufficiale per la collezione New Balance 990v4 di Joe Freshgoods, anche se si prevede che avverrà entro la fine dell’anno. Seppur non nuova, questa collaborazione entra di diritto in questa classifica per l’esercizio di stile che le due parti hanno contribuito a creare insieme, così come accaduto con tutti gli altri product drop tra i due brand.

Eleganza, studio del design ed esemplificazione perfetta del prodotto richiesto dal target di riferimento.

La Campagna mostra un’immagine della copertina di “XXL” di giugno 1999 con Jay Z, DMX e Ja Rule: Chapeau!

  1. Fear of God Athletics e adidas

Quasi tre anni dopo l’annuncio della collaborazione avvenuto alla fine del 2020, Jerry Lorenzo, il fondatore di Fear of God, ha finalmente svelato quello che chiama “il terzo pilastro” di Fear of God, accanto alle celebri collezioni del marchio e della sub-label Essentials, che hanno conquistato il mondo della moda.

La campagna Fear of God Athletics ha fatto il suo debutto il 28 novembre con una sfilata notevole all’Hollywood Bowl di Los Angeles all’inizio di quest’anno. Durante l’evento, Pusha T ha indossato gli abiti FOG Athletics mentre eseguiva un Rap. Jerry Lorenzo ha fornito anticipazioni della visione di FOG Athletics in interviste e teaser sui social media, svelando il primo prodotto collaborativo attraverso un pop-up a Shanghai poco dopo l’annuncio iniziale.

Le immagini stilizzate mostrano in modo suggestivo occhiali, maglie e felpe con cappuccio di Fear of God, con tonalità color seppia. Le modelle, vestite con abbigliamento athleisure nei toni della terra, camminano con noncuranza nell’acqua alta, i loro volti oscurati da berretti con visiera, mantelli avvolgenti e berretti di maglia. Indossano zaini di pelle e borse a tracolla informi, dando l’impressione di nomadi che esplorano sulla superficie lunare.

Se tutto questo sembra ricordare un po’ lo stile YEEZY, non è un caso. Kanye West ha sicuramente influenzato Jerry Lorenzo, che ha lavorato per un periodo come stilista interno di YE e tastemaker de facto. La sfilata di FOG è stata uno dei primi eventi a far uscire Kanye dalla sua reclusione all’inizio del 2023.

Fear of God, tuttavia, si distingue come un’entità unica e non una semplice derivazione delle idee altrui. Nel corso dell’ultimo decennio, l’etichetta di Lorenzo ha affinato la sua produzione con precisione, passando da camicie strappate e jeans skinny a linee nitide e sartoria di lusso.

FOG Athletics rappresenta una collezione completa di prêt-à-porter, lussuosa per natura ma anche utilitaristica per etica. Sebbene possa essere inevitabile paragonarla alla prima collezione YEEZY SEASON del 2015, prodotta da YE e adidas, la sofisticatezza delle forme del marchio richiede un’analisi più attenta.

Si tratta di una mossa impavida in cui la visione e la convinzione condivise sono al centro dell’integrazione di due brand che danno forma allo sport e alla cultura, con l’obiettivo di moltiplicare davvero le nostre forze e rivoluzionare per sempre l’industria della moda.

More
articles

Join
Pluriverse

Subscribe to our newsletter

© Pluriverse 2024
Registered office: Via Romaniello 21/B, Napoli (NA), Italy | N. REA: NA 823189
Privacy